eArb

FITOREGOLATORI ESOGENI E CICLO DI SVILUPPO DELLE COLTURE ARBOREE GENERALITA' e APPLICAZIONI

Universita' degli studi di Pisa. Facolta' di Agraria.

Dipartimento di coltivazioni e difesa delle specie legnose istituto di coltivazioni arboree

Seminario nell'ambito del corso di Arboricoltura generale tenuto dal prof. F. LORETI


ANNO ACCADEMICO 1993/94
ALLIEVO FERRANTE ANTONIO
(Allievo ordinario iscritto al II anno della Classe di Scienze Sperimentali Applicate settore di Agraria)

  • Generalita' sui fitoregolatori esogeni
  • Principali classi di fitormoni
  • Radicazione delle talee
  • Impiego dei fitoregolatori per la defogliazione degli astoni
  • Impiego dei fitoregolatori per il controllo dell'accrescimento degli alberi da frutto
  • Piante energicamente potate
  • I fitoregolatori e l'allegagione dei frutti
  • Impiego dei fitoregolatori per la raccolta meccanica dei frutti
  • L'impiego dei fitoregolatori per migliorare la qualita' della frutta
  • Conclusioni

    Seguono i lucidi:

    
    POSSIBILITA' DI INTERFERENZA DEI FITOREGOLATORI ESOGENI
    
    
    - ACCRESCERNE LA DOTAZIONE NATURALE
    
    - INTERFERIRE SULLA SUA SINTESI NATURALE
    
    - COMBINARSI CON UN FITORMONE 
    	
    - INFLUIRE SUL SUO SPOSTAMENTO 
    
    - ASPETTARLO DIRETTAMENTE SUL LUOGO DI AZIONE
    
    - INTERFERIRE SULLA SUA DEMOLIZIONE
    
    MECCANISMI DI INTERFERENZA ATTUALMENTE NOTI
    
    
    - INTERFERENZA SULLE AUXINE
    
    a) INTEGRAZIONE DELLA DOTAZIONE DI AUXINA NATURALE
    		
    b) INTERFERENZA SULLO SPOSTAMENTO VERSO IL LUOGO D'AZIONE
    
    c) INTERFERENZA PER SOSTITUZIONE MEDIANTE MIMETIZZAZIONE
    
    - INTERFERENZE SULLE GIBERELLINE NATURALI
    
    - INTERFERENZE SUI LIVELLI NATURALI DI ETILENE
    
    
    
    
    
    
    
    FITOREGOLATORI E RADICI AVVENTIZIE
    
    - FATTORI GENETICI
    
    - FATTORI AMBIENTALI 
    
    - FATTORI ANTROPICI --------> USO DEI FITOREGOLATORI ESOGENI
    
    
    COFATTORI
    
    ORMONI
    
    - INIBITORI : a) GA
    			     
    b) CITOCHININE
    
    - A.INCERTA: a) ETILENE 
    
    b) ABA
    
    c) MORFACTINE
    
    POLARITA' DEL RAMO
    
    ALTRI FATTORI 
    
    - CONDIZIONI NUTRIZIONALI DELLE P.MADRI
    
    - FOTOPERIODO
    
    - EZIOLAMENTO
    
    - EPOCA DI PRELEVAMENTO TALEE
       
    
    
    
    
    
    
    
    
    APPLICAZIONE DEI FITOREGOLATORI
    
    METODI DI APPLICAZIONE ALLA BASE DELLE TALEE
    
    - SOLUZIONI DILUITE	200 p.p.m.
    
    - SOLUZIONI CONCENTRATE	500-10000 p.p.m.
    
    - APPLICAZIONI CON POLVERI
    
    TRATTAMENTI SU PIANTE MADRI 
    
    TRATTAMENTI FOGLIARI
    
    I FITOREGOLATORI USATI SONO AUXINO-SIMILI:
    
    - (IBA) Acido indolbutirrico
    
    - (NAA) Acido naftalacetico                        
    
    SEME | | MICROPROPAGAZIONE------>PIANTINA<-----EMBRIOGENESI  | | PIANTA | |
    FIORE | | IMPOLLINAZIONE | | FECONDAZIONE | | ALLEGAGIONE | | ACCRESCIMENTO DEL
    FRUTTO  | | MATURAZIONE DEL FRUTTO
    
    MICROPROPAGAZIONE
    
    ORMONI ESSENZIALI: - AUXINE
    
    - CITOCHININE
    
    
    ORMONI USATI OCCASIONALMENTE: - GIBERELLINE
    
    - ABA
    
    
    PARAMETRI DA OSSERVARE NELL'USO DEI FITOREGOLATORI
    
    - TIPO DI FITOREGOLATORE 
    
    - CONCENTRAZIONE
    
    - LA SUCCESSIONE CON CUI VENGONO FORNITI
    
    
    IMPIEGO DEI FITOREGOLATORI PER IL CONTROLLO  DELL'ACCRESCIMENTO DEGLI ALBERI DA
    FRUTTO
    
    a) TRATTAMENTO DEGLI ABERI IN VIVAIO
    
    - TRIJODOBENZOICO
    	
    - IDRAZIDE MALEICA
    
    - DIFENILUREA
    
    b) CONTROLLO CHIMICO DELL'ACCRESCIMENTO
    
    - SADH
    
    - ALAR
    
    - B-9
    
    c) CONTROLLO CHIMICO ALBERI ADULTI ENERGICAMENTE POTATI
    
    - SUCCHIONI
    
    - POTATURA MECCANICA
    
    - PARTE ALTA
    
    
    IMPIEGO DEI FITOREGOLATORI PER LA DEFOGLIAZIONE 	DEGLI ASTONI
    
    INDURRE IL DISTACCO DELLE FOGLIE PRIMA O DURANTE LA 	ESTIRPAZIONE DEGLI
    ASTONI
    
    NON ESPLICARE NESSUN EFFETTO FITOTOSSICO SULLE GEMME E 	SUL LEGNO 
    
    NON ALTERARE O DANNEGGIARE LA RIPRESA DEGLI ASTONI 	DOPO IL TRAPIANTO A
    DIMORA
    
    	
    - ABA 
    
    - ETHEFON 
    
    - IODURO DI POTASSIO
    
    - SALI COMPLESSI DI IODIO
    
    AUXINO SIMILI
    
    - NAA (Acido a-naftalenacetico)
    
    - IAA (Acido b-indolacetico)
    
    - IBA (Acido indolacetico)
    
    - NOA (Acido naftossiacetico)
    
    - PCPA (Acido p-clorofenossiacetico)
    
    - FENOPROP (Acido 2,4,5 - triclorofenossipropionico)
    
    - 2,4,5 - T (Acido  2,4,5 - triclorofenossiacetico)
    
    PROGIBBERELLINICI
    
    - STIMOLANTI (gigantizzanti)
    
    - ACIDO GIBBERELLICO (40 tipi di gibberelline naturali)
    
    ANTIGIBERELLICI
    
    - BRACHIZZANTI (Cycocel - ALAR)
    
    PROETILENICI
    
    - ETHREL (Ethephon)
    
    
    IMPIEGO DEI FITOREGOLATORI PER IL CONTROLLO DELL'ALLEGAGIONE E DELLO SVILUPPO
    DEI FRUTTI
    
    a) AUXINE ESOGENE
    
    - 4-clorofenossiacetico (4 - CEPA)
    
    - b-naftossiacetico (BNOA)
     
    - 2,4,5-triclorofenossiacetico (2,4,5 T)
    
    - triclorofenossipropionico (2,4,5 TP)
    
    b) GIBBERELLINE
    
    - GA4
    
    - GA7
    
    - GA32
    
    Pero, Vite
    
    - Gelate tardive danneggiate
    
    - Mancanza di impollinazione
    
    - Anticipare la messa a frutto delle piante giovani
    
    INCONVENIENTI
    
    c) CITOCHININE
    
    - 6-(Benzilamino)-9-(2-tetraidrossipiranil)-9H-purina (PBA)
    
    - 6-Benzilamino purina (BA)
    
    SINERGISMO TRA DUE O PI˘ SOSTANZE
    
    -GA4+7 e PBA-----------> Sturner
    
    
    
    IMPIEGO DEI FITOREGOLATORI PER FACILITARE LA 	RACCOLTA MECCANICA
    
    
    REQUISITI DI UN FITOREGOLATORE ESOGENO
    
    - ESSERE ECONOMICO
    
    - NON LASCIARE RESIDUI 
    
    - NON MODIFICARE O DETERIORARE LE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO
    
    - ESSERE EFFICACE NELLE DIVERSE CONDIZIONI
    
    - NON CAUSARE ECCESSIVA DEFOGLIAZIONE
    
    - NON INTERFERIRE CON L'ACCRESCIMENTO E LA DIFFERENZAZIONE 	DELL'ANNO
    SUCCESSIVO
    
    ETHREL
     
    ALSOL
    
    - Gradiente auxinico
    
    - Etilene
    
    - Rapporto auxine-etilene
    
    - Influenza degli stadi di senescenza
    
    - Squilibri metabolici
    
    - Sostanze naturali quali ABA
    
    
    
    
    
    
    
    
    IMPIEGO DEI FITOREGOLATORI PER MIGLIORARE LA 	QUALITA' DELLA FRUTTA
    
    FITOREGOLATORI 
    
    - 2,4,5 T
    
    - 2,4,5 TP
    
    - NAA
    
    GIBBERELLINE
    
    - GA3
    
    - GA4
    
    - GA7
    
    CITOCHININE
    
    - BA
    
    - CHINETINA
    
    
    
    	
    
    TRATTAMENTI PER LA GERMINAZIONE DEI SEMI
    
    - GIBERELLINE: GA3----------> 200 - 1000 p.p.m.
    
    - CITOCHININE: CHINETINA (6-furfurilamina purina)
    
    - ETILENE
    
    - TIUREA
    
    - IPOCLORITO DI SODIO